fbpx Cookie Policy Privacy Policy
Buyer personas per il non profit

Buyer personas per il non profit

Cosa sono le buyer personas?

È il ritratto psicologico, sociale, emotivo e demografico del tuo donatore ideale.

SONO IMPORTANTI LE BUYER PERSONAS PER LA TUA ORGANIZZAZIONE?

Il 71% delle aziende ed organizzazioni che hanno superato gli obiettivi di fatturato e/o donazione e di lead, hanno utilizzato la tecnica delle buyer personas.

Utilizzando le buyer personas nella propria strategia, i siti web sono 2-5 volte più
efficaci e più facili da utilizzare.

DIFFERENZE TRA TARGET E BUYER PERSONAS

L’analisi del target è uno dei processi più complicati ma anche più importanti per la creazione di una raccolta fondi di successo.
Che cos’è il target?
Il target non è nient’altro che un gruppo di persone con caratteristiche in comuni.
Esempio:

Uomo, tra i 25 / 30 anni, fidanzato, italiano, con uno stipendio dai 20mila ai 30mila euro.

Definire la segmentazione per età, genere ecc è ancora importante.
Non ho detto che non serve, ho detto che non basta.
Bisognerà andare oltre è fare un’analisi psicologica del nostro potenziale donatore, cliente ecc.

Pensi che non sia vero?
Ti farò un’esempio pratico:
Un ragazzino di 15 anni con la paghetta da 20 euro a settimana è completamente differente da un signore di 35 con uno stipendio mensile da 1800 euro, vero?

Ma entrambi hanno giocato a Pokemon Go.

Secondo la regola della targettizzazione del pubblico, tutto ciò non doveva accadere, questi target sono completamente differenti.
Sapete perché Nintendo è riuscita a comunicare in maniera eccellente a due segmenti completamente differenti?

Perchè non si è posta la domanda chi sono i miei clienti ma:
Perché i miei clienti dovrebbero scegliere me?

Bisogna spostare l’attenzione non più sul chi sono i miei clienti, ma sul perché dovrebbero scegliere me. 

Come definire l’analisi psicologica del nostro donatore tipo?
Abbiamo due possibilità:
1. Se abbiamo già uno storico è consigliabile inviare un questionario con domande ben specifiche ai nostri vecchi donatori tramite newsletter, email, chatbot, telemarketing ecc per definire le caratteristiche psicologiche del nostro donatore.

2. Se la nostra no profit è nuova o non ha uno storico dei suoi donatori o clienti possiamo rispondere noi ad alcune domande e definire in un secondo momento alla perfezione il tutto.

Che tipo di domande dobbiamo porci?

1- Quali problemi affronta il nostro donatore tipo? 
2- Quali sono le sue frustrazioni?
3- Quali sono i suoi obiettivi?
4- A quali tematiche è più affezionato?
5- Quali sono le sue ONG preferite?
6- E’ un donatore abituale?
7- Che scuole ha frequentato?
8- Quali sono i suoi brand preferiti?
9- E’ sposato, fidanzato, divorziato?

Esistono strumenti che possono aiutarmi a creare target efficaci?

Assolutamente si:

  1. Google Analytics
  2. Audience insights di Facebook
  3. Business Model Cavas
  4. Makemypersonas

I primi due citati sono completamente gratuiti ma non sono perfetti non riesci a definire alla perfezione quello che viene chiamata buyer personas.
Se hai la possibilità di investire ecco alcuni tool specifici

  1. Woopra
  2. Quantcast
  3. Hubspot

Lascia un commento